venerdì 11 dicembre 2009

MJ bags

Da una settimana ogni giorno visiono queste due borse di Marc Jacobs, nell'attesa che una illuminazione mi indichi quale delle due potrebbe essere il mio autoregalo di Natale (da prendere però nell'anno nuovo, ormai per quest'anno devo togliermele dalla testa) ma invece di decidere, mi confondo ulteriormente.

Entrambe sono della linea Q Riz, la prima è una Twisted Q Riz Bag, la seconda una New Q Lil Riz Hobo:




E' da un sacco di tempo che valuto un acquisto un pò più importante del solito, anzi, a dire il vero io e le borse costose non andiamo tanto d'accordo, ma crescendo ho preso consapevolezza che è molto meglio una borsa importante che due così così, ed è per questo che ho scelto MJ.
Stando in una fascia medio bassa, le alternative sono Borbonese, Burberry, Coccinelle (che sono anche quelle reperibili più facilmente) ma sono oramai talmente inflazionate che vagamente mi ricordano le millemila Vuitton tarocche che si vedono al braccio di praticamente tutto il mondo, quindi opto almeno per una marca che qui da me non si trova (se non online).
Contemporaneamente ho anche un secondo problema: il marito non mi autorizza alla spesa. Brutta cosa sposare un maniaco dalle mani bucate. Qualche anno fa volevo a tutti i costi una borsa di Gucci. A Forte dei Marmi siamo entrati nel negozio e abbiamo iniziato a guardare modelli e prezzi: lui è andato in tilt, chiedendosi chi è quel pazzo che può spendere X mila euro per una borsa. Da allora c'è un sottile accordo per cui per una borsa non si può spendere più di 200/250 euro. A nulla valgono i confronti con un manubrio da mountain bike in carbonio alla modica cifra di 480 euro, se voglio la borsa, devo mettere via i soldi (o divorziare, ad esempio).
E visto che sono spendacciona, più di una certa cifra faccio fatica a metterli da parte...
Voi quale preferite? La prima esiste in quattro colori (bianca, prugna, oliva e nera), la seconda in due (rossa e nera).

14 commenti:

ValeF ha detto...

questa cosa del marito mi istiga! capisco che la vita in due comporti anche maggiori sacrifici, che si debba tirare di più la cinghia per poter sostenere i costi di una vita in comune.. però, però.. qualche piccola soddisfazione bisogna pur togliersela ogni tanto, si campa una volta sola!! se lui sostiene di poter affrontare le spese di un manubrio utilizzabile solo in poche occasioni, perchè tu non puoi acquistare una borsa che useresti senz'altro di più??? forse rimarrò zitella ;-))))

ValeF ha detto...

comunque, entrambi i modelli da te proposti sono belli.. mi piace molto quella della seconda foto un pò bombatina...

VerdeMenta ha detto...

Le borse sono tutte e 2 stupende... forse la seconda mi piace un pelino di più ma la lotta è dura! Se invece col marito non arrivi ad un accordo, io sono grande fan delle borse Coccinelle: c'è un modello in nero con la maniglia in metallo (si chiama Stripe Chain) a cui sto facendo il filo da un pezzo... ma ormai aspetto i saldi ;)

Lilia ha detto...

La seconda è veramente bellissima!

Gea ha detto...

Decisamente la seconda!

Gea
---
geakaren.splinder.com

ladistardust ha detto...

Marc Jacobs è assolutamente una garanzia e la linea by Marc costa anche meno quindi ti consiglio questa borsa di cuore! ps. nera, assolutamente!

Lucilla ha detto...

Calma e gesso, ragazze: il marito non mi autorizzerà alla spesa, ma questo non significa che io non la compri ugualmente... se ne farà una ragione!!!! ;-)
(alla fine non è poi così male (marito), diciamo che devo prenderlo in contropiede prima che li abbia spesi tutti lui :-) )

Selvaggia ha detto...

sono nelle tue stesse condizioni con mio marito.
io la seconda purtoppo non la vedo, però la prima mi piace molto

Laura ha detto...

A me piace moltissimo la seconda, la forma è molto originale...per quanto riguarda la spesa magari attendendo i saldi oppure qualche offerta via Internet riesci avvicinarti un po' di più al budget della tua dolce metà.

labibu ha detto...

mmm... voto la prima perchè mi attira l'idea del colore prugna o o oliva, ma considerando che è un acquisto "bomba" (intendo questa borsa e poi stop fino all'anno prossimo con le borse) è meglio nera... ma perchè non provi in qualche outlet? così aumenta la scelta e su alcune marche (es furla o coccinelle) la stagione non conta...
bacione e per il marito... dopo che hai comprato la borsa tiragliela in testa!!!
buona domenica!

Stjarna ha detto...

mmm..la mia preferita è la seconda, in nero naturalmente..se deve essere un'acquisto importante e costoso meglio andare sul sicuro :)
in ogni caso, gli uomini sono tutti uguali, mai che capiscano l'effettiva importanza di una bella borsa per una donna..il mio pero', qualche anno fa, mi ha stupito con una vuitton (vera chiaramente!)

L'armadio del delitto ha detto...

Haha, conosco anch'io molto bene il concetto di autoregalo!
Con mio marito, spendiamo più o meno ugualmente, e quindi non mi ha mai detto niente (anzi, quando l'ho conosciuto aveva capi più cari dei miei).
Non saprei scegliere... entrambi sono belli!

BaiLing ha detto...

Decisamente mi piace di più la seconda e decisamente meglio una bella borsa che tante così e così :-)

Però questi mariti, che palle al piede!
Il mio compagno non esiste proprio che si impicci delle mie spese: ognuno di noi spende quello che gli pare e piace nelle proprie cose!
Tipo lui è appassionato di moto e le mie borse gli sono totalmente indifferenti.
Però la metà di quelle che ho me le ha regalate lui (certo, scelte da me... sennò chissà cosa poteva comprarmi :-D)
E per Natale si è offerto (quasi spontaneamente) di comprarmene una nuova!

thecatisonthetable ha detto...

L'unica borsa "seria" che io mi sia mai comprata è proprio di Marc Jacobs... se cerchi, dovresti trovare una sua foto. E' praticamente identica alla seconda che hai pubblicato tu, però in vernice e con colori moooolto più flash.

La adoro, mi piace da matti, la tengo come una reliquia, ma devo ammetterlo: mi sento ancora in colpa, se penso a quanto ho speso...

Pensa che poi, a Natale dello stesso anno, il mio moroso mi ha regalato una Prada... quando l'ho vista avrei voluto sotterrarmi!